Questo Sito utilizza 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. Continuando a navigare in questo sito, ne stai autorizzando l'uso. Per accettare e rimuovere questo avviso, fai click su 'ACCETTO'.

Corsi ACMO

L’ACMO è un luogo in cui potrete divertirvi con la musica, sperimentandone tutti i generi, assaporandone le emozioni, gustandone gli stili. L’Associazione offre una vasta gamma di corsi, che permettono non solo di assimilare e comprendere pienamente il linguaggio musicale attraverso i corsi di canto, strumento e musica d’insieme, ma anche di stimolare l’attitudine artistica di ogni studente attraverso il corso di teatro. Ogni insegnante dell’associazione cerca di trasmettere la passione per lo strumento e organizza il proprio corso seguendo le inclinazioni degli allievi, facendo in modo che ciascuno scopra il proprio talento e conosca sempre meglio se stesso. L’Associazione promuove soprattutto la musica d’insieme, sia classica sia moderna. Suonando in gruppo infatti si impara ad ascoltare se stessi e gli altri; si impara ad apprezzare i punti di forza e ad accogliere i punti di debolezza propri e degli altri. Nella musica d’insieme si è costretti a perdere un po’ di individualismo pur nel rispetto delle diverse identità. Che sia un quartetto d’archi o un gruppo rock, suonare è sempre un percorso divertente alla scoperta di se stessi. Il divertimento, tuttavia, si ottiene con un po’ di sacrificio, per questo l’Associazione segue i propri allievi sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello espressivo e li stimola ad uno studio costante ed appassionato, perché solo con lo studio si ottengono soddisfazioni. E allora… buona musica a tutti!

88 tasti sui quali poter provare e far provare ogni volta un'emozione diversa. Infiniti modi di colorare la realtà e di sviluppare l'immaginazione. Ecco cos'è per me il pianoforte! Ed è un privilegio poter insegnare e aiutare gli altri a conoscere meglio se stessi attraverso queste possibilità!

un po' di pianoforte, un po' di hammaond.
un po' di chitarra e un po' di brass.
questo è il compito del tastierista!
la tastiera è sicuramente il tuo strumento preferito
se ti piace la musica classica
ma adori la musica leggera e non vedi l' ora di suonare in una band!

La batteria è uno strumento musicale composto da tamburi, piatti e altri strumenti a percussione disposti in modo tale che possano essere suonati da un solo musicista. I tamburi che compongono una batteria sono: la cassa (comandata generalmente dal piede destro), il rullante, due tom uno più acuto e un altro grave, e uno o più floor tom.I piatti che possono essere annessi a una batteria sono: ride, hi-hat detto anche charleston (il pedale apre e chiude i due piatti), crash, splash, china. Esiste una vasta gamma di modelli di piatti ognuno disponibile in vari diametri, spessori, profili e forme per poter personalizzare il suono del musicista e della musica che si vuole eseguire.
Le origini dello strumento risalgono alla seconda metà del XIX secolo, negli Stati Uniti, sebbene i tamburi singoli abbiano radici ben più antiche. La genesi avviene con la fusione di vari componenti percussivi durante le esibizioni bandistiche fino a formare una batteria di tamburi molto simile alle odierne. Fin dal jazz del 1920 la batteria è stato uno strumento fondamentale della musica popolare.

Strumento a corde pizzicate, la chitarra è per eccellenza lo strumento dalle mille sfaccettature. Può essere impiegata sia come strumento solista che in gruppi. Il genere musicale spazia dalla musica colta alla musica leggera.

Strumento a fiato ad ancia singola, può essere impiegato sia come strumento solistico che in formazioni cameristiche. Il genere musicale spazia dalla musica classica alla musica moderna.

L'attività della musica d'insieme è fondamentale per la formazione di ogni musicista, è un gioco di squadra dove esistono regole e rispetto per gli altri. Il genere musicale affrontato spazia dalla musica classica alla musica moderna.

Il violino è certamente uno degli strumenti più difficili perché richiede coordinazione e grande intonazione. I suoni non sono “pronti”  ma vanno “cercati”. Nonostante ciò si può imparare a suonare il violino divertendosi per questo il corso di violino dell’ACMO  tende ad avvicinare gli studenti a tale strumento con un approccio non strettamente accademico, teso ad affascinare gli studenti in un primo momento per introdurre poi gradualmente la tecnica violinistica.

"Non c'è bambino senza talento, tutto dipende dall'educazione". Questo il presupposto del metodo ideato da Shinichi Suzuki. Questi, violinista e coetaneo di Jean Piaget e Maria Montessori, è stato un grande innovatore nell'ambito dell'educazione musicale. L'omonimo metodo si basa sull' imitazione e sulla convinzione che il linguaggio musicale possa essere appreso con la stessa naturalezza con cui si apprende la lingua madre. Il metodo Suzuki è particolarmente indicato per avviare i bambini fino ai 6 anni allo studio del violino perché armonizza le competenze musicali con lo sviluppo psicomotorio.

IL PROGETTO HA COME OBIETTIVO QUELLO DI DIVERTIRE E COINVOLGERE I BAMBINI DI ETA' COMPRESA TRA I 3 E 6 ANNI ATTRAVERSO UN PERCORSO CHE PERMETTA LORO DI MUOVERE I PRIMI PASSI NEL MONDO DELLA MUSICA. GIOCARE, ESPLORARE, CONDIVIDERE E INVENTARE: SONO QUESTI GLI INGREDIENTI GIUSTI PER UNA RICETTA MUSICALE! NON MANCANO ATTIVITA' VOCALI,STRUMENTI MUSICALI E MATERIALI A COMPLETARE IL PERCORSO E RENDERE IL TUTTO PIU' DIVERTENTE.

Il canto è il corso per studiare lo strumento più enigmatico e nascosto che ci sia: la Voce, cioè il suono prodotto dalla vibrazione delle corde vocali.
L'obiettivo del corso è quello di imparare ad utilizzare la Voce come uno strumento musicale vero e proprio, complesso e delicato, che anche se è nascosto dentro di noi, non va lasciato al caso, anzi va utilizzato nel modo corretto, con impegno, pazienza e passione, così da acquisire una preparazione adeguata per esprimere al meglio se stessi, attraverso la propria Voce.

Strumento a fiato ad ancia singola,ha un timbro caldo e vellutato ma anche graffiante. È uno strumento dalle molteplici sonorità per questo è adatto a stili di musica differenti che vanno dalla musica classica, jazz, leggera.

Attraverso la rappresentazione scenica il bambino si diletta nel suo gioco preferito... “facciamo finta che...” e nello stesso tempo esprime emozioni che altrimenti rimarrebbero sopite, frasi che nessuno udrebbe. Sopra un palcoscenico ogni bambino dice: "Ecco sono qui e ho qualcosa di molto importante da dire!"

­